Le tre Medine più belle del Marocco

Standard

Puoi perderti. Fermarti per assaporare un té alla menta. E perderti ancora.

Veri e propri labirinti di strade racchiuse da mura e torri di guardia, le medine marocchine evocano nei viaggiatori antichi splendori. Attraversarle è come calarsi in un viaggio nel tempo tra profumi di spezie, bevitori di tè, souq (mercati), scuole coraniche e riad trasformati in alberghi.

Abbiamo scelto le più belle per voi. Buon viaggio!

MEDINA DI MARRAKECH

700 ettari di souk e vicoli zeppi di storia e monumenti, i percorsi turistici della Medina di Marrakech sono stati ristrutturati e dopo la Conferenza Onu sul clima ospitata a novembre (vuoi saperne di più, clicca qui), il quartiere antico pulsa di vita nuova.

Cuore di tutta la Medina è piazza Jemaa el Fna. Tatuatori di hennè, cantastorie, bancarelle, danzatori di Gnawa, questa piazza è un vero e proprio teatro a cielo aperto e, come il deserto, non si può far altro che viverla.

piazza Jemaa el Fna

Piazza Jemaa el Fna

La piazza è anche il punto di partenza per tutti i viaggiatori che vogliono conoscere la medina di Marrakesh e che possono decidere se perdersi tra i suoi souk che ospitano più di 40 mila artigiani o visitarne i meravigliosi monumenti.
Souk Marrakech

Souk Marrakech

Imperdibili, la Madrasa di Ben Youssuf, con i suoi meravigliosi stucchi, le colorate piastrelle zellij e i soffitti in legno di cedro, il Bahia Palace con i suoi giardini, le 150 stanze decorate con marmo, faggio, cedro e stucco di zellige, le scuderie, le moschee e l’ ḥammam e la Moschea Koutoubia con il suo magnifico minareto alto 77 metri, simbolo della città.

MEDINA DI FES
Fes è la città islamica medievale tuttora abitata più grande al mondo. La sua medina è un’affascinante labirinto in cui asini e muli non sono stati ancora scalzati dalle automobili e si muovono indisturbati andando e venendo dalle concerie dei quartieri di cuoio.

Conciatori a Fes

La Medina di Fez è la sede della più antica università del mondo e, dopo aver attraversato la porta Bab Boujloud, vi ritroverete in un vero e proprio museo a cielo aperto tra scuole islamiche, come la Medrasa Bou Inania (uno dei pochi edifici religiosi islamici aperto ai non musulmani), souq, palazzi, residenze, piazze con fontane e moschee tra cui l’imponente Moschea di Karouine a 16 navate.

 

MEDINA DI ESSAOUIRA

Se il colore prevalente delle Medina di Marrakech è il rosso, a Essaouira potrete visitare una Medina cinta da mura prevalentemente bianche. Meno caotica delle altre due, la Medina di Essaouira si dipana intorno a due strade principali che offrono al viaggiatore più possibilità di orientarsi facilmente.
Essaouira

Essaouira

Patrimonio dell’Unesco, la medina di Essaouira racconta ancora oggi di un passato in cui ebrei, cristiani, arabi musulmani, berberi e africani convivevano insieme in armonia. Assolutamente da non perdere, la visita alla Scala della Kasbah, muraglia difensiva dove ancora oggi sono puntati i cannoni spagnoli verso lil mare e l’orizzonte. La vista del mare e della sua immensa distesa d’acqua da un lato e dei tetti della città vecchia dall’altro, vi lascerà stupefatti.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...