Archivio mensile:ottobre 2016

Capodanno 2017 in Marocco: i nostri consigli

Standard

tamburiberberi

Il Marocco, a Capodanno, è diventata una meta irresistibile per tanti viaggiatori che vogliono festeggiare in modo speciale l’avvento del nuovo anno.

Nonostante il calendario lunare, che spesso non fa coincidere le date del Capodanno marocchino con quello occidentale, anche in Marocco, però si festeggia la notte tra il 31 dicembre e il 1 di gennaio.

Dove? In città, come a Marrakech. Ma anche nel deserto.
Se, però, in città, potrete ritrovarvi a festeggiare nelle piazze principali come Piazza Jemaa el-Fnaa a Marrakech e brindare al 2017 sotto a una cascata di fuochi artificiali, tra le dune di ErChebbi potrete accogliere il nuovo anno in un accampamento berbero, al suono dei tamburi e sotto a un meraviglioso cielo stellato.

Due esperienze meravigliose, ma sicuramente differenti!
Se preferite la città, vi consigliamo assolutamente di cenare in uno dei tanti ristoranti del centro e di dormire in un Riad, l’abitazione tradizionale urbana del Marocco, composta da un insieme di stanze, o strutture a più piani, divise da giardini interni o cortili, in alcuni casi con fontane decorative.

Riad_Marocco

Il fascino del deserto, invece, invita ad atmosfere più riflessive e contemplative. Ma anche nel deserto è pur sempre festa e negli accampamenti berberi, dopo cena, si accende il fuoco e la musica del deserto invita i viaggiatori a ballare e a festeggiare insieme.

Con i nostri tour di gruppo (tour di 6 giorni e tour di 10 giorni nel Sud del Marocco e deserto) vi proponiamo di passare il Capodanno proprio qui, in un accampamento berbero in stile berbero dove attendere il nuovo anno in un ambiente unico e incontaminato. 

Un ultimo consiglio per tutti coloro che sceglieranno di viaggiare con noi e di passare il Capodanno nel deserto del Marocco: durante la notte le temperature scenderanno notevolmente. Equipaggiatevi con abbigliamento tecnico da montagna, guanti, berretto e sciarpa per godervi al meglio l’alba del nuovo anno!

Deserto_Marocco

Annunci

Il Festival dei Datteri a Erfoud in Marocco

Standard

Festival dei Datteri Erfoud Marocco

La palma da dattero è uno degli alberi da frutto la cui coltivazione è  fra le  più antiche a livello mondiale e che, ancora oggi, sostiene l’economia di molte popolazioni nomadi che vivono nel Sahara. Nella regione di Erfoud, in Marocco, ne crescono più di 1 milione di esemplari.

Proprio qui, alle porte del deserto, quando i membri delle tribù locali terminano la raccolta dei preziosi frutti che questa palma regala, inizia la festa. Conosciuto ormai in tutto il mondo, il Festival dei Datteri di Erfoud dura tre giorni e, anche quest’anno,  si terrà a fine ottobre.

Festival dei Datteri Erfoud Marocco

Profumi e colori del bronzo invaderanno le tende berbere delle tante tribù del Tafilalt che qui si incontreranno per esporre le differenti varietà di datteri che hanno maturato al sole durante tutta l’estate e che sono pronti per sprigionare tutto il loro sapore.

Per le vie di Erfoud, inoltre, spettacoli, processioni e danze flokloristiche attenderanno il viaggiatore per trasportarlo in un mix di simbolismo, riti sacri e antiche tradizioni.

Festival dei Datteri Erfoud Marocco

Tutta l’energia sprigionata dai datteri, che sono considerati non solo frutto-dessert, ma come prodotto alimentare di base e come frutto utilizzato per l’elaborazione dei prodotti alimentari di grande valore energetico e dietetico, la ritroveranno a Erfoud anche tutti gli amici viaggiatori che decideranno di partecipare al tour di gruppo “Il magico trio delle città imperiali, Sud Marocco e Deserto in 8 giorni”  che abbiamo organizzato dal 27 ottobre al 3 novembre 2016.

Un’occasione per assaporare la dolcezza di questi frutto dalle tante proprietà e benefici e per immergersi in un’atmosfera di festa, tra allegria, tradizioni e colori.